Mostra “O’Tama e Vincenzo Ragusa: un ponte tra Tokyo e Palermo”

otamamostre1

È possibile per ora visitare presso Palazzo Sant’Elia (Via Maqueda, 81) a Palermo, la bellissima mostra O’Tama e Vincenzo Ragusa: un ponte tra Tokyo e Palermo”, curata dalla professoressa Maria Antonietta Spadaro e dedicata alla pittrice O’Tama Kiyohara (1861-1939) e allo scultore Vincenzo Ragusa (1841-1927). Si tratta della prima antologia dedicata ai due artisti ed è formata per lo più da opere provenienti da collezioni private. E anche per questo motivo è una mostra da non perdere. Se in più si ha la fortuna di poter partecipare a una visita guidata con la curatrice della mostra, allora si avrà modo di approfondire la storia affascinante di questa coppia siculo-giapponese che fondò nel 1884 una scuola d’arte orientale a Palermo. La prossima visita guidata della professoressa Spadaro è prevista domenica 28 maggio alle 17.00 come annunciato sulla sua pagina facebook.

Mi soffermerò solo su Vincenzo Ragusa, scultore palermitano, poiché autore del monumento a Vincenzo Gioia e del monumento Barbalonga, entrambi nel cimitero di Sant’Orsola. La mostra gli riserva una sala, dove si possono vedere due suoi ritratti, dipinti da O’Tama in momenti diversi della sua vita, da giovane e da anziano. Poche opere dello scultore sono esposte, in parte perché troppo fragili (come il Conducente di risciò e il Ritratto di O’Tama Eleonora Ragusa che si posso comunque ammirare nella vicina Galleria d’Arte Moderna) e in parte perché non trasportabili. Le opere presenti sono quattro: il busto di un bambino giapponese in terracotta, un vaso in marmo di Carrara, e due gessi, una testa di vecchio con la barba e un tondo con angelo e la scritta Pace, che potrebbe esser stato progettato per un monumento funebre.

La mostra è visitabile fino al 28 luglio 2017 ed è in corso di stampa il catalogo con saggi di studiosi palermitani e giapponesi, relativi al percorso dei due artisti e all’ambiente in cui operarono. Inoltre, sempre a palazzo Sant’Elia, si terrà il 9 giugno 2017 una “Giornata di studi” sul tema “L’utopia del Giappone in Europa” con relatori di Palermo, Roma, Tokyo e Kyoto.

La mostra può essere visitata nei seguenti orari:
Dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30
Il sabato e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Biglietti:
Intero 5 €, ridotto 4 € (over 65 e gruppi di minimo 20 persone) e 3 € (scolaresche)

Salva

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Vari e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...